Torna alla pagina iniziale  

Vallone di Mascognaz - Val D'Ayas (AO)

Salita del 04 Gennaio 2009

   

 

Torna a Ciaspole

 

Torna a ciaspole in Val D'Aosta

 

Il Vallone di Mascognaz un valloncello laterale della Val d'Ayas, in inverno molto chiuso e anche piuttosto valanghivo ma nello stesso tempo suggestivo e isolato. Il sole invernale non riesce a scaldare molto questo angolo solitario della Val d'Ayas, pertanto il freddo, sopratutto se tira vento la fa da padrone.

All'inizio i questo vallone c' il piccolo abitato Walser di Mascognaz, con le sue belle e antiche baite, mentre procedendo lungo il vallone si incrociano alcuni alpeggi sormontati dalla imponente cima della Punta Piure. In questo tratto di vallone importantissimo consultare il bollettino valanghe in quanto spesso il versante della Piure scarica grossi quantitativi di neve. Anche i pendii opposti al cospetto del Monte Pezzei e De La Nonna, sono piuttosto valanghivi.

In condizioni normali e sicure si possono visitare i vari alpeggi di Praz Sec Chavanne e Toulassa e per buone gambe raggiungere il Col Perrin.

 
   

 

  Il piccolo e grazioso abitato di Mascognaz L'alto vallone di Mascognaz con l'alpeggio di Toulassa
     
 

SCHEDA ESCURSIONISTICA

 
     
LOCALITA': Champoluc (AO) - Val D'Ayas  
PARTENZA: piazzetta principale della Chiesa  
ARRIVO: Vallone di Mascognaz  
QUOTA PARTENZA: 1559 m s.l.m.  
QUOTA ARRIVO: 2015 - 2150 m s.l.m.  
DISLIVELLI: 456 - 591 m  in salita  
ESPOSIZIONE: nord-ovest  
PENDENZA MASSIMA: 27 - Attenzione ai pendii laterali del vallone molto valanghivi  
TEMPO DI PERCORRENZA: 1 h 30 min per la salita - 1 h per la discesa  
DIFFICOLTA': EAI - WT3  
ATTREZZATURA: Abbigliamento e calzature invernali, racchette da neve, bastoncini, Arva, Pala e Sonda  
TIPO DI PERCORSO: Percorso iniziale in un bel bosco, poi all'interno di uno stretto ma suggestivo vallone. Lungo il vallone le pendenze di marcia non sono elevate, ma i pendii circostanti sono molto valanghivi ed importante passare quando la neve assestata.  
DESCRIZIONE:

Dalla Piazzetta della chiesa principale di Champoluc, ci si dirige verso la Libreria Livres e Musiques e costeggiando il torrente si prende la strada che sale a sinistra. Proseguendo lungo la strada si giunge alle asciutte cascate, dove inizia il sentiero che sale nel bosco.

Si percorre il bel sentiero di norma molto ben tracciato, in quanto il primo tratto molto frequentato. In alcuni punti la salita un p ripida, ma normalmente priva di pericoli in quanto il bosco di abeti piuttosto fitto.

Risalendo il bosco lungo il sentiero estivo, si incrocia poi la strada carrozzabile per MAscognaz che seguendola si raggiunge rapidamente il bellissimo abitato.

Dopo una sosta fotografica al paese, che consiglio comunque al pomeriggio per questioni di luce, si prosegue lungo l'evidente vallone, restando centrali e seguendo ipoteticamente la traccia del sentiero estivo.

Questo tratto in caso di pericolo valanghe alto, meglio non percorrerla.

La risalita del vallone con lieve pendenza ed una gradevole passeggiata, fino a raggiungere il primo alpeggio di nuova costruzione verso il fondo del vallone.

Da qui possibile proseguire lungo il vallone che mano a mano piega verso sinistra (nord) arrivando alla fine del vallone e al di sotto del colle Palasina.

Mentre sempre dall'alpeggio di nuova costruzione si pu risalire il ripido pendio per raggiungere l'Alpeggio di Toulassa e proseguendo sempre in salita il colle Perrin.

Queste ultime mete sono da valutare molto bene a seconda delle condizioni della neve.

 
Appena superata la strada della cascata di Champoluc inizia il sentiero
Lungo il sentiero si incrocia una piccola cappelletta con una buona vista su Champoluc
L'abitato di Mascognaz
Il bello e stretto vallone di Mascognaz

Il Pendio che porta all'Alpe Toulassa